IL DIARIO ALASSINO

domenica 25 settembre 2016

Domenica bucolica





Sabato 24 settembre 2016, seconda uscita del gazebo Comitato per il NO Alassio


Altra bella giornata di attivismo per il No. 
Tantissime persone incontrate e ottimo riscontro. 
NoiNO!


**********

INFORMIAMOCI


 
Scritto da stampaparlamentare.it | PDF  | | Stampa |

L'attuale articolo 70 della nostra Costituzione Italiana recita:
"
La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere.".

E' un articolo semplice e chiaro di appena 9 parole.  
Volete sapere come cambierà?

Eccolo qui di seguito, leggetelo tutto, parola per parola  e se ci capite qualcosa fatemelo sapere....

Art. 10. (Procedimento legislativo) 1. L'articolo 70 della Costituzione è sostituito dal seguente:

«Art. 70. -- La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere per le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali, e soltanto per le leggi di attuazione delle disposizioni costituzionali concernenti la tutela delle minoranze linguistiche, i referendum popolari, le altre forme di consultazione di cui all'articolo 71, per le leggi che determinano l'ordinamento, la legislazione elettorale, gli organi di governo, le funzioni fondamentali dei Comuni e delle Città metropolitane e le disposizioni di principio sulle forme associative dei Comuni, per la legge che stabilisce le norme generali, le forme e i termini della partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea, per quella che determina i casi di ineleggibilità e di incompatibilità con l'ufficio di senatore di cui all'articolo 65, primo comma, e per le leggi di cui agli articoli 57, sesto comma, 80, secondo periodo, 114, terzo comma, 116, terzo comma, 117, quinto e nono comma, 119, sesto comma, 120, secondo comma, 122, primo comma, e 132, secondo comma.
Le stesse leggi, ciascuna con oggetto proprio, possono essere abrogate, modificate o derogate solo in forma espressa e da leggi approvate a norma del presente comma. Le altre leggi sono approvate dalla Camera dei deputati. Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo. Nei trenta giorni successivi il Senato della Repubblica può deliberare proposte di modificazione del testo, sulle quali la Camera dei deputati si pronuncia in via definitiva. Qualora il Senato della Repubblica non disponga di procedere all'esame o sia inutilmente decorso il termine per deliberare, ovvero quando la Camera dei deputati si sia pronunciata in via definitiva, la legge può essere promulgata. L'esame del Senato della Repubblica per le leggi che danno attuazione all'articolo 117, quarto comma, è disposto nel termine di dieci giorni dalla data di trasmissione. Per i medesimi disegni di legge, la Camera dei deputati può non conformarsi alle modificazioni proposte dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei suoi componenti, solo pronunciandosi nella votazione finale a maggioranza assoluta dei propri componenti. I disegni di legge di cui all'articolo 81, quarto comma, approvati dalla Camera dei deputati, sono esaminati dal Senato della Repubblica, che può deliberare proposte di modificazione entro quindici giorni dalla data della trasmissione. I Presidenti delle Camere decidono, d'intesa tra loro, le eventuali questioni di competenza, sollevate secondo le norme dei rispettivi regolamenti. Il Senato della Repubblica può, secondo quanto previsto dal proprio regolamento, svolgere attività conoscitive, nonché formulare osservazioni su atti o documenti all'esame della Camera dei deputati».

sabato 24 settembre 2016

Questa è l'Italia che dice SI'... ai privilegiati di sempre e taglia risorse e servizi ai cittadini comuni


Giovanni Malagò (Presidente CONI) e 
Matteo Renzi (Presidente del Consiglio) 
(affaire Olimpiadi romane) 


Il terremoto dell'Aquila 




 Lo scandalo della Maddalena

venerdì 23 settembre 2016

L'Amerigo Vespucci a Valencia. Dopo 5 mesi di navigazione della campagna estiva il primo ottobre ritorna a Livorno



ALASSIO, ATTIVO IL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA VARCO ZTL VIA CAVOUR. Sistema di contestazione automatica per le infrazioni

Una videocamera a circuito chiuso, la prima ad Alassio, per monitorare gli accessi ed eventualmente contestare in modo automatico le infrazioni. Sarà operativo a partire da lunedì 26 settembre il nuovo sistema di contestazione automatica, per mezzo di una telecamera, posto al varco ZTL di via Cavour, in pieno centro cittadino.

“Va ricordato che è consentito l'accesso per operazioni di carico e scarico dalle 6.00 alle 11.00 di ogni giorno e dalle 16.30 alle 17.30 nel pomeriggio per ciclomotori e motoveicoli”, dichiara Francesco Parrella, Comandante della Polizia Municipale di Alassio. “L'accesso è consentito a una serie di tipologie di veicoli: quelli al servizio di persone invalide, i residenti con posto auto o box, clienti di hotel attraverso una procedura gestita direttamente dalla stessa struttura ricettiva, taxi o noleggio con conducente, mezzi di pubblica utilità, forze di polizia e di soccorso”.

“Ci sono altre tipologie di accesso per utenti che ne avessero esigenza. Per qualsiasi informazione o delucidazione, massima collaborazione e disponibilità da parte del Comando, via telefono al numero 0182 645555, tramite e-mail all' indirizzo poliziamunicipale@comune.alassio.sv.it, o direttamente in sede in Via Canata 7 - Regione S.Nicola ad Alassio”, conclude il Comandante Parrella.

(Ufficio Stampa del Comune di Alassio)

Ex mattatoio, i paletti degli abitanti

Da "IL SECOLO XIX" del 23 settembre 2016


giovedì 22 settembre 2016

ALASSIO, AL VIA I LAVORI DI PULIZIA DEL RIO GIARININ E CADITOIE CITTADINE

ALASSIO, AL VIA I LAVORI DI PULIZIA DEL RIO GIARININ E CADITOIE CITTADINE
L'Assessore all'Ambiente Vinai: “Opera importante per la sicurezza del territorio”

Hanno preso il via negli ultimi giorni i lavori idraulici sul Rio Giarinin ad Alassio. La prima fase dell'operazione riguarda la realizzazione delle rampe di accesso necessarie ai mezzi meccanici per raggiungere l'alveo del torrente, successivamente la pulizia dell'alveo attraverso il taglio della vegetazione interferente e la rimozione dei materiali che ostacolano il libero deflusso.

Saranno quindi realizzate le opere idrauliche che avranno la funzione di consolidare e regimare l'impluvio: l'intervento prevede l'utilizzo di elementi di ingegneria naturalistica in legname (tre briglie, una palificata doppia e una grata viva, oltre a reti e geotessili da posarsi in aderenza al terreno al fine di contrastare il fenomeno erosivo). I lavori dovrebbero terminare entro il 30 novembre prossimo.

“Si tratta di un'operazione molto importante per la messa in sicurezza del territorio e la prevenzione del rischio idrogeologico”, commenta Angelo Vinai, Assessore all'Ambiente del Comune di Alassio. “Il dissesto del Rio Giarinin, in passato, aveva interrotto la circolazione della Via Aurelia, in corrispondenza di Punta Murena. È dunque fondamentale mantenerlo pulito. 

Gli interventi rientrano in un piano più ampio di prevenzione, che prevede anche la pulizia preventiva di caditoie e griglie: come sempre, invitiamo i cittadini a collaborare con l'ente comunale, segnalando le criticità e dove sussistono caditoie o griglie otturate”. 

(Ufficio Stampa del Comune di Alassio)